Buondì, come stai?

Oggi parliamo del tuo reale vantaggio competitivo.

 

Nei due Remarks passati (se non li hai letti, recuperali qui↗ ) abbiamo visto che l’essere competitivi inizia con la comprensione esatta di come i clienti prendono le decisioni di acquisto, cosa vogliono dai loro fornitori e come utilizzano tali informazioni per creare o espandere vantaggi competitivi.

 

Ce lo siamo detti tante volte: nessuna azienda può investire in tutto, né essere la migliore in tutto, quindi è di fondamentale importanza concentrarsi sulle aree che scegli per essere il migliore. Dove essere certo che quelle aree siano importanti per i tuoi clienti e faranno crescere la tua attività, e dove creare ed espandere il tuo vantaggio competitivo.

 

Ma alcuni vantaggi non sono vantaggi competitivi
Pensi che il tuo lo sia?

 

GO↓

Innanzitutto, devi definire il vantaggio competitivo.

Non rimpiangere le tue competenze.

 

La competitività è sempre stata acquisita dall’eccellenza operativa, con capacità come una produzione più snella o catene di fornitura superiori. Ma ora queste competenze non valgono più.

 

I vantaggi competitivi non sono più prodotti, prezzo, servizio e posizione. Nella mente dei clienti questi sono tutti facilmente sostituibili e altamente mercificabili.

 

I principali criteri decisionali dei consumatori si sono evoluti fino a desiderare prodotti e servizi innovativi, fornitori che sappiano come interagire e costruire relazioni con loro e fornitori che sappiano come offrire ai clienti esperienze coerenti, gratificanti e memorabili. Qui, per capire a cosa mi riferisco ↗

 

Se hai cliccato sul Touchpoint No.23 o hai seguito il webinar che ho tenuto venerdì scorso, sai quindi, che c’è stato un cambiamento nel mix di criteri di acquisto utilizzati dai tuoi clienti per prendere decisioni di acquisto.

 

E molto probabilmente il tuo vantaggio non è più competitivo.

 

Quindi come puoi determinare quale vantaggio competitivo è il più potente per acquisire, far crescere e mantenere più clienti?

 

Definendo il tuo vantaggio competitivo.

 

Lo so, sembra una presa in giro 
Concedimi altri 2 minuti del tuo tempo, ora ti spiego.

Soddisfa i quattro criteri?

Uno, due, tre, quattro…stella!

 

I vantaggi competitivi sono tali se soddisfano quattro criteri: essere rilevanti, misurabili, unici e sostenibili. I primi due, rilevanti e misurabili, sono molto più facili da ottenere rispetto agli ultimi due, unici e sostenibili.

 

Ora penserai: “Beh che novità?” (sarcasmo)

 

Vado al sodo. Forse, però, non sai che nella maggior parte dei settori ci sono solo quattro vantaggi competitivi che soddisfano i quattro criteri di definizione e sono Innovazione, Cultura, Customer Affinity e Analisi Predittiva.

 

  • Innovazione:

L’innovazione, per definizione, è il processo di conversione di una nuova idea in un prodotto, servizio o esperienza unica che offre valore. Ciò può includere nuovi prodotti o prodotti migliorati, nuovi modi per procurarsi prodotti come prodotti in bundle o frammentati (disaggregati) o nuovi modi di consumare prodotti come piani di abbonamento creativi, utilizzo limitato nel tempo o condivisione.

 

Quindi come innovare e creare prodotti e servizi innovativi? Beh, io ti consiglio un processo già noto ai nostri Innovators: il Design Thinking.

 

Ipotesi basate su intuizioni del cliente, sperimentazione rapida, misurazione della risposta del cliente e iterazione, in cui ogni iterazione si avvicina sempre di più all’obiettivo.

 

Richiede passione, tenacia e una cultura aziendale che spesso assomiglia più a una start-up che a un’azienda matura.

 

  • Customer Affinity:

Significa conoscere i tuoi clienti meglio dei tuoi concorrenti e utilizzare tale conoscenza per servirli meglio, costruire relazioni con loro e guadagnarti la loro fedeltà. Che è un vantaggio competitivo sostenibile e non è facilmente duplicabile dai concorrenti o sostituibile dalle nuove tecnologie.

 

Esistono diversi metodi, come la trasformazione digitale, la gestione dell’esperienza del cliente, il coinvolgimento del cliente omnichannel, il CRM e i referral program. Allora come si crea l’affinità con il cliente?

 

  • Cultura:

Per la maggior parte delle organizzazioni, la cultura aziendale.

 

Ogni azienda ha una cultura. Ed è la più grande risorsa non sfruttata per aumentare la produttività del personale, la permanenza dei dipendenti e la crescita dell’azienda.

 

La maggior parte delle culture a basso rendimento sono una conseguenza di azioni non pianificate, comportamenti imprevisti e risultati casuali. 

 

Al contrario, le culture di crescita ad alte prestazioni sono intenzionali, progettate in modo proattivo e in uno stato costante di consapevolezza e miglioramento. Non lasciare al caso la produttività dei dipendenti e le prestazioni aziendali. Qui per approfondire il nostro framework↗

 

  • Analisi Predittiva:

Significa essenzialmente prevedere correttamente il futuro e agire per trarre profitto da tali previsioni. È un passaggio nella business intelligence dalle informazioni che guardano indietro a quelle che guardano al futuro.

 

Inizia creando una cultura che cambia il suo processo decisionale, scoraggiando quello intuitivo, soggettivo e istintivo e favorendo decisioni basate sui dati, basate sui fatti e oggettive, che sono migliori, ripetibili e più redditizie per l’azienda. Allora come si creano analisi predittive?
Spolier: parleremo molto presto di Machine Learning e Analisi Predittiva.

 

Se il tuo vantaggio competitivo soddisfa questi 4 valori…
vuole dire che abbiamo qualificato bene i nostri Lead.
Scherzo!

 

Significa che sei un ingegnere della crescita.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, come stai?

Oggi parliamo del tuo reale vantaggio competitivo.

 

Nei due Remarks passati (se non li hai letti, recuperali qui↗ ) abbiamo visto che l’essere competitivi inizia con la comprensione esatta di come i clienti prendono le decisioni di acquisto, cosa vogliono dai loro fornitori e come utilizzano tali informazioni per creare o espandere vantaggi competitivi.

 

Ce lo siamo detti tante volte: nessuna azienda può investire in tutto, né essere la migliore in tutto, quindi è di fondamentale importanza concentrarsi sulle aree che scegli per essere il migliore. Dove essere certo che quelle aree siano importanti per i tuoi clienti e faranno crescere la tua attività, e dove creare ed espandere il tuo vantaggio competitivo.

 

Ma alcuni vantaggi non sono vantaggi competitivi
Pensi che il tuo lo sia?

 

GO↓

Innanzitutto, devi definire il vantaggio competitivo.

Non rimpiangere le tue competenze.

 

La competitività è sempre stata acquisita dall’eccellenza operativa, con capacità come una produzione più snella o catene di fornitura superiori. Ma ora queste competenze non valgono più.

 

I vantaggi competitivi non sono più prodotti, prezzo, servizio e posizione. Nella mente dei clienti questi sono tutti facilmente sostituibili e altamente mercificabili.

 

I principali criteri decisionali dei consumatori si sono evoluti fino a desiderare prodotti e servizi innovativi, fornitori che sappiano come interagire e costruire relazioni con loro e fornitori che sappiano come offrire ai clienti esperienze coerenti, gratificanti e memorabili. Qui, per capire a cosa mi riferisco ↗

 

Se hai cliccato sul Touchpoint No.23 o hai seguito il webinar che ho tenuto venerdì scorso, sai quindi, che c’è stato un cambiamento nel mix di criteri di acquisto utilizzati dai tuoi clienti per prendere decisioni di acquisto.

 

E molto probabilmente il tuo vantaggio non è più competitivo.

 

Quindi come puoi determinare quale vantaggio competitivo è il più potente per acquisire, far crescere e mantenere più clienti?

 

Definendo il tuo vantaggio competitivo.

 

Lo so, sembra una presa in giro 
Concedimi altri 2 minuti del tuo tempo, ora ti spiego.

Soddisfa i quattro criteri?

Uno, due, tre, quattro…stella!

 

I vantaggi competitivi sono tali se soddisfano quattro criteri: essere rilevanti, misurabili, unici e sostenibili. I primi due, rilevanti e misurabili, sono molto più facili da ottenere rispetto agli ultimi due, unici e sostenibili.

 

Ora penserai: “Beh che novità?” (sarcasmo)

 

Vado al sodo. Forse, però, non sai che nella maggior parte dei settori ci sono solo quattro vantaggi competitivi che soddisfano i quattro criteri di definizione e sono Innovazione, Cultura, Customer Affinity e Analisi Predittiva.

 

  • Innovazione:

L’innovazione, per definizione, è il processo di conversione di una nuova idea in un prodotto, servizio o esperienza unica che offre valore. Ciò può includere nuovi prodotti o prodotti migliorati, nuovi modi per procurarsi prodotti come prodotti in bundle o frammentati (disaggregati) o nuovi modi di consumare prodotti come piani di abbonamento creativi, utilizzo limitato nel tempo o condivisione.

 

Quindi come innovare e creare prodotti e servizi innovativi? Beh, io ti consiglio un processo già noto ai nostri Innovators: il Design Thinking.

 

Ipotesi basate su intuizioni del cliente, sperimentazione rapida, misurazione della risposta del cliente e iterazione, in cui ogni iterazione si avvicina sempre di più all’obiettivo.

 

Richiede passione, tenacia e una cultura aziendale che spesso assomiglia più a una start-up che a un’azienda matura.

 

  • Customer Affinity:

Significa conoscere i tuoi clienti meglio dei tuoi concorrenti e utilizzare tale conoscenza per servirli meglio, costruire relazioni con loro e guadagnarti la loro fedeltà. Che è un vantaggio competitivo sostenibile e non è facilmente duplicabile dai concorrenti o sostituibile dalle nuove tecnologie.

 

Esistono diversi metodi, come la trasformazione digitale, la gestione dell’esperienza del cliente, il coinvolgimento del cliente omnichannel, il CRM e i referral program. Allora come si crea l’affinità con il cliente?

 

  • Cultura:

Per la maggior parte delle organizzazioni, la cultura aziendale.

 

Ogni azienda ha una cultura. Ed è la più grande risorsa non sfruttata per aumentare la produttività del personale, la permanenza dei dipendenti e la crescita dell’azienda.

 

La maggior parte delle culture a basso rendimento sono una conseguenza di azioni non pianificate, comportamenti imprevisti e risultati casuali. 

 

Al contrario, le culture di crescita ad alte prestazioni sono intenzionali, progettate in modo proattivo e in uno stato costante di consapevolezza e miglioramento. Non lasciare al caso la produttività dei dipendenti e le prestazioni aziendali. Qui per approfondire il nostro framework↗

 

  • Analisi Predittiva:

Significa essenzialmente prevedere correttamente il futuro e agire per trarre profitto da tali previsioni. È un passaggio nella business intelligence dalle informazioni che guardano indietro a quelle che guardano al futuro.

 

Inizia creando una cultura che cambia il suo processo decisionale, scoraggiando quello intuitivo, soggettivo e istintivo e favorendo decisioni basate sui dati, basate sui fatti e oggettive, che sono migliori, ripetibili e più redditizie per l’azienda. Allora come si creano analisi predittive?
Spolier: parleremo molto presto di Machine Learning e Analisi Predittiva.

 

Se il tuo vantaggio competitivo soddisfa questi 4 valori…
vuole dire che abbiamo qualificato bene i nostri Lead.
Scherzo!

 

Significa che sei un ingegnere della crescita.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi