Buondì, oggi per noi è un grande giorno.

Questo è il tuo invito personale al nostro primo evento pubblico.

 

 

→ Ultimi 150 posti 
Giovedì 26 Novembre alle 18.30 

Una tavola rotonda orientata ai pionieri dell’umanesimo digitale.

 

Il Vitruviano Digitale – il megagono per favorire l’innovazione, premiare la diversity e guidare il change. 

 

Un evento completamente gratuito votato alla condivisione.
Porteremo la nostra esperienza di acceleratori di contaminazione nel flusso creativo, dello sviluppo digitale e dell’evoluzione dei piani di lavoro.

 

Siamo convinti che una cultura ad alte prestazioni guidi la produttività e i profitti.

 

Parleremo di come la cultura sia il principale fattore abilitante della strategia e delle prestazioni aziendali e sia il principale ostacolo al cambiamento e alla trasformazione.

 

Abbiamo limitato la live a 250 posti e 100 sono già volati, non è scarcity, ma da buoni ingegneri dell’innovazione, non vogliamo sovraccaricare la piattaforma. E’ gia aperta una waiting room.

 

Una volta registrato, dai un occhio, come sempre, alla tua Inbox.

 

 

Prenota la tua poltrona

 

 

Speaker Guest
Ospite è anche colui che ospita.

  • Alessandro Rimassa – Future of Work and Digital Transformation expert | Entrepreneur | Board member | Co-founder @ Talent Garden Innovation School

 

  • Chiara Bacilieri – Head of Data @Lifeed | Marketing Psychology Advisor @Neosperience | Contract Professor of Consumer Behavior @Università Cattolica | TEDx Speaker

 

  • Dario Albini – Strategic Art Director | Founder @ Atabaliba Studio | Founder @ The Freelancer’s Island | Professor @ IED

 

  • Federico Vigorelli Porro – HR & Sales Innovation Manager | TEDx Speaker | Smart Selling Author | Professional Scrum Master | Human Side of Digital Transformation |Trainer and Agile Coach

 

  • Stefania Padoa – Change Management & Organizational Designer | Learning Designer | HR Tech & Ed Tech Explorer | Founder @ Grow Executive

 

  • Mariella Bruno – Owner @Diversity Opportunity

 

  • Leonardo Danzo – Data driven | Business Analytics Consultant @ Miriade Srl. | Consulente | Formatore | Blogger

 

  • Virginia Castellucci – Innovation Management | Appassionata di economia circolare, sviluppo sostenibile e innovazione sociale | On a mission @ STEP Tech Park


GO↓

La cultura è una scelta

Rallentare e mettere a fuoco può solo fare bene a tutti.

 

Qui è dove ti spiego perché abbiamo deciso di organizzare questo evento.
Faccio una rapida premessa: ogni volta che posso rileggo tutti i nostri Remarks.
Per non dimenticarmi chi siamo, come e perché siamo nati.

 

In questa settimana, ho letto quello nel quale abbiamo fatto colazione insieme, il Touchpoint 25°↗ e quello dove ti spiegavo i tuoi vantaggi competitivi

 

Mi piacerebbe che tu li leggessi prima di andare avanti, prenditi del tempo.
Vorrei aggiungere alcuni tasselli importanti.

 

Come allora, anche oggi ti porterò un caso reale: la riflessione emersa dopo il dialogo che ho avuto con uno dei pilastri di questo progetto. 

 

Te la riassumo:

  • E’ vero che la cultura è una dei 4 vantaggi competitivi
    E che gli altri 3 sono innovazione, customer affinity e analisi predittiva.
  • Dovevo dirti che la cultura supera le competenze e le conoscenze
    I team che eccellono nella comunicazione e nella collaborazione superano costantemente i team più qualificati ed esperti che non possiedono culture comparabili. Le persone comuni possono realizzare cose straordinarie se ispirate da uno scopo più grande del loro lavoro e di loro stesse.
  • Ecco cosa intendo con: “la cultura non è qualcosa che sei, è qualcosa che fai”
    Le culture efficaci non sono parole o proclami, sono comportamenti e azioni osservabili. Una cultura della crescita ad alte prestazioni definisce, misura e rafforza con attenzione i valori aziendali condivisi che guidano i comportamenti che determinano la qualità e il volume dell’impegno (discrezionale) e della produttività delle tue persone.

 

Questo è il motivo per cui le culture ad alto rendimento realizzano tassi molto più elevati di produttività del lavoro.

 

Questo è ciò che siamo, come e perché siamo nati.
Spero di aver recuperato in tempo.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, oggi per noi è un grande giorno.

Questo è il tuo invito personale al nostro primo evento pubblico.

 

 

→ Ultimi 150 posti 
Giovedì 26 Novembre alle 18.30 

Una tavola rotonda orientata ai pionieri dell’umanesimo digitale.

 

Il Vitruviano Digitale – il megagono per favorire l’innovazione, premiare la diversity e guidare il change. 

 

Un evento completamente gratuito votato alla condivisione.
Porteremo la nostra esperienza di acceleratori di contaminazione nel flusso creativo, dello sviluppo digitale e dell’evoluzione dei piani di lavoro.

 

Siamo convinti che una cultura ad alte prestazioni guidi la produttività e i profitti.

 

Parleremo di come la cultura sia il principale fattore abilitante della strategia e delle prestazioni aziendali e sia il principale ostacolo al cambiamento e alla trasformazione.

 

Abbiamo limitato la live a 250 posti e 100 sono già volati, non è scarcity, ma da buoni ingegneri dell’innovazione, non vogliamo sovraccaricare la piattaforma. E’ gia aperta una waiting room.

 

Una volta registrato, dai un occhio, come sempre, alla tua Inbox.

 

 

Prenota la tua poltrona

 

 

Speaker Guest
Ospite è anche colui che ospita.

  • Alessandro Rimassa – Future of Work and Digital Transformation expert | Entrepreneur | Board member | Co-founder @ Talent Garden Innovation School

 

  • Chiara Bacilieri – Head of Data @Lifeed | Marketing Psychology Advisor @Neosperience | Contract Professor of Consumer Behavior @Università Cattolica | TEDx Speaker

 

  • Dario Albini – Strategic Art Director | Founder @ Atabaliba Studio | Founder @ The Freelancer’s Island | Professor @ IED

 

  • Federico Vigorelli Porro – HR & Sales Innovation Manager | TEDx Speaker | Smart Selling Author | Professional Scrum Master | Human Side of Digital Transformation |Trainer and Agile Coach

 

  • Stefania Padoa – Change Management & Organizational Designer | Learning Designer | HR Tech & Ed Tech Explorer | Founder @ Grow Executive

 

  • Mariella Bruno – Owner @Diversity Opportunity

 

  • Leonardo Danzo – Data driven | Business Analytics Consultant @ Miriade Srl. | Consulente | Formatore | Blogger

 

  • Virginia Castellucci – Innovation Management | Appassionata di economia circolare, sviluppo sostenibile e innovazione sociale | On a mission @ STEP Tech Park


GO↓

La cultura è una scelta

Rallentare e mettere a fuoco può solo fare bene a tutti.

 

Qui è dove ti spiego perché abbiamo deciso di organizzare questo evento.
Faccio una rapida premessa: ogni volta che posso rileggo tutti i nostri Remarks.
Per non dimenticarmi chi siamo, come e perché siamo nati.

 

In questa settimana, ho letto quello nel quale abbiamo fatto colazione insieme, il Touchpoint 25°↗ e quello dove ti spiegavo i tuoi vantaggi competitivi

 

Mi piacerebbe che tu li leggessi prima di andare avanti, prenditi del tempo.
Vorrei aggiungere alcuni tasselli importanti.

 

Come allora, anche oggi ti porterò un caso reale: la riflessione emersa dopo il dialogo che ho avuto con uno dei pilastri di questo progetto. 

 

Te la riassumo:

  • E’ vero che la cultura è una dei 4 vantaggi competitivi
    E che gli altri 3 sono innovazione, customer affinity e analisi predittiva.
  • Dovevo dirti che la cultura supera le competenze e le conoscenze
    I team che eccellono nella comunicazione e nella collaborazione superano costantemente i team più qualificati ed esperti che non possiedono culture comparabili. Le persone comuni possono realizzare cose straordinarie se ispirate da uno scopo più grande del loro lavoro e di loro stesse.
  • Ecco cosa intendo con: “la cultura non è qualcosa che sei, è qualcosa che fai”
    Le culture efficaci non sono parole o proclami, sono comportamenti e azioni osservabili. Una cultura della crescita ad alte prestazioni definisce, misura e rafforza con attenzione i valori aziendali condivisi che guidano i comportamenti che determinano la qualità e il volume dell’impegno (discrezionale) e della produttività delle tue persone.

 

Questo è il motivo per cui le culture ad alto rendimento realizzano tassi molto più elevati di produttività del lavoro.

 

Questo è ciò che siamo, come e perché siamo nati.
Spero di aver recuperato in tempo.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi