Buondì, come va?

Oggi ti svelo il dietro le quinte del nostro evento pubblico.

 

Ma prima, siamo a quota 400 partecipanti
Dato il successo abbiamo liberto ulteriori 50 posti per Il Vitruviano Digitale.
Stiamo organizzando anche un Bonus. Spero che tu riesca a partecipare.

 

L’evento per i pionieri dell’umanesimo digitale, prenota la tua poltrona ↗

 

Per introdurti alla Tavola Rotonda e al nostro punto di vista della cultura aziendale ad alte prestazioni. Oggi ti illustro ciò di cui parleremo il 26 Novembre alle 18.30.

 

Il Dietro le Quinte.

 

GO↓

Il Design della Cultura

Molto più potente della strategia

 

Mentre la strategia fornisce una tabella di marcia per spostare l’organizzazione dalla visione all’azione, la cultura fornisce l’ethos e le norme informali per spostare l’organizzazione dallo status quo a qualcosa di più grande.

 

E mentre la strategia è precisamente misurabile, la cultura è implicita nei valori condivisi, nei comportamenti non detti e nelle norme sociali che riconoscono ciò che è incoraggiato, scoraggiato, premiato e penalizzato.

 

Non esiste un unico percorso per una grande cultura, tuttavia, ci sono cinque pilastri che contribuiscono collettivamente a culture ad alte prestazioni.

 

Ovviamente collaudati, testati e validati dalla nostra Crew.
Un rapido Spoiler:

  • Un’identità unica che rappresenti qualcosa;
  • Una dichiarazione di intenti;
  • La visione dell’azienda e il suo polo Nord;
  • I principi guida essenziali e duraturi;
  • I comportamenti.

 

Lo so, è davvero molto rapida come preview, ma non potrei mai permettermi di rovinarti la sorpresa. Allo stesso tempo, per farmi perdonare, ti mostro come questi pilastri si traducono nella realtà. Ecco come li abbiamo applicati all’organizzazione de Il Vitruviano Digitale.

 

Snella premessa…

 

Quando la cultura aziendale passa dalle parole ai fatti, i pilastri della cultura forniscono norme per garantire la sicurezza dei collaboratori, per visualizzare opportunità e ostacoli, e sono leve per gestire la crescita dell’azienda e parapetti per mantenere la governance operativa.

Il Dietro le Quinte

La nostra Holocracy e Business Design

 

Il nostro schema di open-source management prevede che non ci siano capi tiranni: ognuno è responsabile delle sue azioni e risponde solo a se stesso. Te ne parlavo qui, Touchpoint 8°↗

 

Facciamo affidamento esclusivamente alla nostra metodologia.
Puoi chiamarla come vuoi:

  • OKRs
  • JTBD
  • Design Thinking
  • Design Sprint
  • Growth Hacking
  • Lean e Agile
  • Blue Ocean Strategy
  • altro…

 

A noi piace perché funziona.

 

Abbiamo organizzato uno Strategy Workshop per trovare focus, allineare il team e renderlo autonomo e coeso anche per questo evento.
Qui sotto te la riassumo in tre step↓

 

Coinvolgi le persone giuste.

Qui è quando mi sono assicurato di avere le persone con le giuste competenze nella stanza e sapere tutto su di loro (foto di gruppo).

 

Crea il brusio del faccia a faccia

Qui è il quando e il dove abbiamo deciso di collaborare per generare idee e mettere su carta i nostri obiettivi e la nostra strategia di lancio.

 

Non tenere il tuo lavoro per te

Qui è quando abbiamo messo al lavoro anche i relatori. Pubblica, Mostra e Condividi il tuo lavoro. La condivisione ti renderà responsabile e ti spingerà a dare i tuoi migliori sforzi.

 

Individuare la sfida giusta o la serie di sfide sarebbe stato difficile. Avrebbe richiesto molta riflessione, analisi e pensiero critico.

 

È stato sicuramente molto più facile e molto più divertente trovare semplicemente tante idee.

 

Spero tu abbia capito che vogliamo che sia un evento diverso dal solito.
Fidati del tuo Giudizio ↗

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, come va?

Oggi ti svelo il dietro le quinte del nostro evento pubblico.

 

Ma prima, siamo a quota 400 partecipanti
Dato il successo abbiamo liberto ulteriori 50 posti per Il Vitruviano Digitale.
Stiamo organizzando anche un Bonus. Spero che tu riesca a partecipare.

 

L’evento per i pionieri dell’umanesimo digitale, prenota la tua poltrona ↗

 

Per introdurti alla Tavola Rotonda e al nostro punto di vista della cultura aziendale ad alte prestazioni. Oggi ti illustro ciò di cui parleremo il 26 Novembre alle 18.30.

 

Il Dietro le Quinte.

 

GO↓

Il Design della Cultura

Molto più potente della strategia

 

Mentre la strategia fornisce una tabella di marcia per spostare l’organizzazione dalla visione all’azione, la cultura fornisce l’ethos e le norme informali per spostare l’organizzazione dallo status quo a qualcosa di più grande.

 

E mentre la strategia è precisamente misurabile, la cultura è implicita nei valori condivisi, nei comportamenti non detti e nelle norme sociali che riconoscono ciò che è incoraggiato, scoraggiato, premiato e penalizzato.

 

Non esiste un unico percorso per una grande cultura, tuttavia, ci sono cinque pilastri che contribuiscono collettivamente a culture ad alte prestazioni.

 

Ovviamente collaudati, testati e validati dalla nostra Crew.
Un rapido Spoiler:

  • Un’identità unica che rappresenti qualcosa;
  • Una dichiarazione di intenti;
  • La visione dell’azienda e il suo polo Nord;
  • I principi guida essenziali e duraturi;
  • I comportamenti.

 

Lo so, è davvero molto rapida come preview, ma non potrei mai permettermi di rovinarti la sorpresa. Allo stesso tempo, per farmi perdonare, ti mostro come questi pilastri si traducono nella realtà. Ecco come li abbiamo applicati all’organizzazione de Il Vitruviano Digitale.

 

Snella premessa…

 

Quando la cultura aziendale passa dalle parole ai fatti, i pilastri della cultura forniscono norme per garantire la sicurezza dei collaboratori, per visualizzare opportunità e ostacoli, e sono leve per gestire la crescita dell’azienda e parapetti per mantenere la governance operativa.

Il Dietro le Quinte

La nostra Holocracy e Business Design

 

Il nostro schema di open-source management prevede che non ci siano capi tiranni: ognuno è responsabile delle sue azioni e risponde solo a se stesso. Te ne parlavo qui, Touchpoint 8°↗

 

Facciamo affidamento esclusivamente alla nostra metodologia.
Puoi chiamarla come vuoi:

  • OKRs
  • JTBD
  • Design Thinking
  • Design Sprint
  • Growth Hacking
  • Lean e Agile
  • Blue Ocean Strategy
  • altro…

 

A noi piace perché funziona.

 

Abbiamo organizzato uno Strategy Workshop per trovare focus, allineare il team e renderlo autonomo e coeso anche per questo evento.
Qui sotto te la riassumo in tre step↓

 

Coinvolgi le persone giuste.

Qui è quando mi sono assicurato di avere le persone con le giuste competenze nella stanza e sapere tutto su di loro (foto di gruppo).

 

Crea il brusio del faccia a faccia

Qui è il quando e il dove abbiamo deciso di collaborare per generare idee e mettere su carta i nostri obiettivi e la nostra strategia di lancio.

 

Non tenere il tuo lavoro per te

Qui è quando abbiamo messo al lavoro anche i relatori. Pubblica, Mostra e Condividi il tuo lavoro. La condivisione ti renderà responsabile e ti spingerà a dare i tuoi migliori sforzi.

 

Individuare la sfida giusta o la serie di sfide sarebbe stato difficile. Avrebbe richiesto molta riflessione, analisi e pensiero critico.

 

È stato sicuramente molto più facile e molto più divertente trovare semplicemente tante idee.

 

Spero tu abbia capito che vogliamo che sia un evento diverso dal solito.
Fidati del tuo Giudizio ↗

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi