Buondì, ti sei dimenticato qualche regalo?

Manca poco a Natale.

 

Anche se un po’ particolare, non potevamo presentarci a mani vuote.
Per ringraziarti di questi primi 209 giorni insieme, abbiamo fatto un piccolo regalo per te, i tuoi colleghi, i tuoi amici e i tuoi figli.

 

*Tutte le immagini sono inserite a scopo illustrativo. I prodotti possono subire modifiche

 

Grazie per aver deciso di mettere l’innovazione al primo posto delle priorità per guidare la crescita della tua carriera o del tuo business e di farlo insieme a noi. Te ne siamo grati.

 

Ma le sorprese non finisco qui.
Il 2021 è alle porte e bisogna pensare alla definizione degli obiettivi aziendali.

 

Come organizzare una riunione di pianificazione strategica produttiva?
Metodo Super-collaudato.

 

Prenditi il giusto tempo: 12:25 🎅

 

GO↓

Strategia Vs Strategy Workshop

Perché dovresti iniettare creatività

 

Prima di procedere, permettermi di fare una piccola chiarificazione.
La strategia è l’insieme delle tue scelte volte a posizionare l’azienda nella propria area di attività in modo da creare un vantaggio sostenibile e raggiungere i tuoi obiettivi di lungo termine.

 

Per estensione, una sessione strategica è il momento in cui tu e gli altri stakeholder decidete esattamente come vincerete come azienda.

 

La strategia, quindi, è un primo passo fondamentale nel percorso per migliorare le prestazioni della tua attività. Le sessioni di strategia, di conseguenza, sono la base per qualsiasi strategia di successo.

 

Durante le sessioni di pianificazione strategica:

  • Definisci ciò che vuoi che la tua organizzazione raggiunga nel 2021;
  • Determina gli obiettivi aziendali globali e i KPI per valutare i progressi ;
  • Nomina i collaboratori incaricati del raggiungimento degli Obiettivi;
  • Coinvolgili e assicurati che comprendano gli obiettivi e li accettino;
  • Rivedi la tua strategia esistente per assicurarti di essere ancora sulla strada giusta e che sia pertinente con il tuo 2021.

 

Il modo in cui organizzi una riunione di pianificazione strategica varia da azienda a azienda, ma alcuni componenti sono universali: le decisioni strategiche dovrebbero essere guidate dai dati e le riunioni dovrebbero essere programmate regolarmente. 

 

Ma non solo, le persone hanno bisogno di stimoli per generare idee. Il semplice pensiero spontaneo delle idee può portarti lontano.

 

Il brainstorming è una metodologia dal basso verso l’alto, il che significa che i tuoi collaboratori prenderanno parte alla sessione strategica. Quindi:

  • Capiranno cosa è necessario fare per la strategia;
  • Capiranno perché deve essere fatto e che è un compito realistico;
  • Capiranno come farlo.

 

Ora, per farti trovare pronto, prepara:

  • Mappa mentale: ti consente di scomporre il tuo obiettivo principale in risultati chiave correlati più piccoli costruendo un albero degli obiettivi;
  • Roadmap: consente di allineare le attività su una sequenza temporale (sia orizzontalmente che verticalmente) per vedere l’ambito dei lavori e valutare il carico di lavoro complessivo;
  • Kanban e gestione delle attività: per designare le persone responsabili dello svolgimento delle attività e del raggiungimento dei risultati chiave.

 

Tutto pronto?↓

Innovation Strategy Workshop

Cosa iniettare di creatività

 

In pochi semplici passaggi, puoi preparare un ottimo incontro strategico. Il trucco è rispondere prima alle seguenti domande da soli, quindi sollevarle durante la riunione strategica e discuterle come una squadra:

  1. Qual è il tuo scopo, la tua aspirazione?
  2. Quali sono i tuoi SWOT?
  3. Dove gareggerai?
  4. Come gareggerai?
  5. Quali sono i tuoi KPI?

 

Rispondere prima a queste domande ti consentirà di verificare la tua comprensione della tua attività e di prevedere le domande che seguiranno. E poi sollevare questi punti durante la riunione strategica, in modo che tutti possano allineare la propria comprensione degli obiettivi e dei piani aziendali.

 

Vediamo se riesco a stimolarti qualche risposta:

 

No.1 – Qual è il tuo scopo, la tua aspirazione?

 

Pensa al futuro ideale della tua organizzazione. Questo ti motiverà e inquadrerà tutte le tue decisioni di pianificazione. Puoi anche collegarlo a benchmark concreti che ti consentiranno di misurare se ti stai muovendo verso il futuro ideale.

 

No.2 – Quali sono i tuoi SWOT?

 

L’analisi SWOT (punti di forza, debolezze, opportunità, minacce) ti mostrerà come riuscirai ad accelerare sul campo di battaglia competitivo che sceglierai nella fase successiva.

 

No.3 – Dove gareggerai?

 

Questa domanda è al centro della tua strategia. Restringi il campo competitivo, cerca nuove nicchie da conquistare. Non puoi e non dovresti cercare di essere desiderato da tutti: trova solo un pubblico sostenibile che ha bisogno di te. Ovviamente, dovrebbe essere il luogo in cui si trovano i tuoi punti di forza e le opportunità principali.

 

No.4 – Come gareggerai?

 

Ora che sai dove posizionarti, è il momento di esaminare la tattica. Come creerai esattamente un valore unico per i tuoi clienti? Come glielo consegnerai? Durante il tuo incontro strategico, dovrai prendere questa decisione; dipenderà dal tuo contesto aziendale, ma dovrebbe sempre rispondere alla domanda su come delizierai i tuoi clienti in un modo unico, il tuo.

 

No.5 – Quali sono i tuoi KPI?

 

I KPI (Key Performance Indicators), aiutano a rafforzare le decisioni di pianificazione strategica, assicurano che gli obiettivi che ci si prefigge siano effettivamente perseguiti e pienamente realizzati. I KPI sosterranno il sistema che hai costruito nel corso degli ultimi quattro passaggi.

Creative Strategy Workshop

Come iniettare la creatività

 

Nei workshop abbiamo bisogno di input e tecniche per costringerci a fare connessioni laterali. Ce ne sono molti tra cui scegliere, ma se non sai da dove cominciare, ecco tre esercizi collaudati e affidabili a cui mi rivolgo spesso.

 

No. 1 – Mondi Paralleli

 

Questa tecnica consiste nel riflettere sugli sviluppi in categorie o “mondi” vicini al tuo e nell’adattare l’apprendimento alla tua situazione. Il trucco sta nella scelta dei mondi correlati più appropriati e stimolanti.

 

Dovresti soltanto:

  • In anticipo, catturare e stampare gli esempi di questi mondi correlati;
  • Chiedere ai team di rivedere e riflettere su questi esempi;
  • Quindi chiedere loro cosa possono applicare all’attività su cui stanno lavorando.

 

No. 2 – Stimoli Randomici

 

Prova a raccogliere la tua libreria di immagini stimolanti. Assicurati che siano il più diversificati possibile: va bene tutto.

 

L’esercizio funziona in questo modo:

  • Stampa o porta con te una galleria di immagini casuali e mostrale;
  • Chiedi al team di catturare il significato che le immagini trasmettono;
  • Usa questo come stimoli per generare idee.

 

No.3 – Gioco dei Consumatori

 

Ciò implica guardare alla sfida che stai affrontando dal punto di vista delle persone a cui stai cercando di far conoscere il tuo valore.

 

In genere funziona in questo modo:

  • Chiedi a ogni squadra di “diventare” una persona o una tipologia di persone. Fornisci stimoli per aiutare: alcuni dati o un modello da compilare;
  • Chiedi al team di esaminare la sfida che stai affrontando dal punto di vista di questo pubblico di destinazione;
  • Usa questo come stimolo per la generazione di idee.

 

Per avere una strategia di successo, devi essere innovativo.

L’innovazione è il motore della crescita in questo mondo in rapida evoluzione e imprevedibile.

 

Btw: Scrivendo questo Remarks, mi sono venute in mente numerosi argomenti che potrebbero interessarti. Ma vorrei che fossi tu a scegliere:

 Errori comuni nella definizione degli obiettivi aziendali Come prendere decisioni aziendali migliori Obiettivi e risultati chiave: OKR Strategy I tre ingredienti chiave dell'innovazione

Quasi dimenticavo!

 

Dovresti sempre avere un’agenda concreta che comunichi a tutte le parti interessate. Garantirà che tutti partecipino alla sessione consapevoli delle domande che verranno discusse e avranno il tempo di preparare i dati o i materiali necessari. Ecco cosa dovrebbe includere l’agenda di una sessione di pianificazione strategica:

  1. Lo scopo dell’incontro 
  2. Obiettivo dell’incontro 
  3. Elenco dei partecipanti
  4. Posizione
  5. Data e ora
  6. Elenco di argomenti per partecipante

🎄 Buon Natale!

Tra un pandoro o un panettone

 

Queste tre modalità sono esempi, se pur semplici, capaci di sbloccare il potenziale creativo e innovatore nelle persone delle nostre organizzazioni.

 

Se hai bisogno di capire di più e contestualizzare sulla tua azienda o su un tuo cliente, rispondi pure a questa mail. Che Natale sarebbe, senza potersi aiutare!

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, ti sei dimenticato qualche regalo?

Manca poco a Natale.

 

Anche se un po’ particolare, non potevamo presentarci a mani vuote.
Per ringraziarti di questi primi 209 giorni insieme, abbiamo fatto un piccolo regalo per te, i tuoi colleghi, i tuoi amici e i tuoi figli.

 

*Tutte le immagini sono inserite a scopo illustrativo. I prodotti possono subire modifiche

 

Grazie per aver deciso di mettere l’innovazione al primo posto delle priorità per guidare la crescita della tua carriera o del tuo business e di farlo insieme a noi. Te ne siamo grati.

 

Ma le sorprese non finisco qui.
Il 2021 è alle porte e bisogna pensare alla definizione degli obiettivi aziendali.

 

Come organizzare una riunione di pianificazione strategica produttiva?
Metodo Super-collaudato.

 

Prenditi il giusto tempo: 12:25 🎅

 

GO↓

Strategia Vs Strategy Workshop

Perché dovresti iniettare creatività

 

Prima di procedere, permettermi di fare una piccola chiarificazione.
La strategia è l’insieme delle tue scelte volte a posizionare l’azienda nella propria area di attività in modo da creare un vantaggio sostenibile e raggiungere i tuoi obiettivi di lungo termine.

 

Per estensione, una sessione strategica è il momento in cui tu e gli altri stakeholder decidete esattamente come vincerete come azienda.

 

La strategia, quindi, è un primo passo fondamentale nel percorso per migliorare le prestazioni della tua attività. Le sessioni di strategia, di conseguenza, sono la base per qualsiasi strategia di successo.

 

Durante le sessioni di pianificazione strategica:

  • Definisci ciò che vuoi che la tua organizzazione raggiunga nel 2021;
  • Determina gli obiettivi aziendali globali e i KPI per valutare i progressi ;
  • Nomina i collaboratori incaricati del raggiungimento degli Obiettivi;
  • Coinvolgili e assicurati che comprendano gli obiettivi e li accettino;
  • Rivedi la tua strategia esistente per assicurarti di essere ancora sulla strada giusta e che sia pertinente con il tuo 2021.

 

Il modo in cui organizzi una riunione di pianificazione strategica varia da azienda a azienda, ma alcuni componenti sono universali: le decisioni strategiche dovrebbero essere guidate dai dati e le riunioni dovrebbero essere programmate regolarmente. 

 

Ma non solo, le persone hanno bisogno di stimoli per generare idee. Il semplice pensiero spontaneo delle idee può portarti lontano.

 

Il brainstorming è una metodologia dal basso verso l’alto, il che significa che i tuoi collaboratori prenderanno parte alla sessione strategica. Quindi:

  • Capiranno cosa è necessario fare per la strategia;
  • Capiranno perché deve essere fatto e che è un compito realistico;
  • Capiranno come farlo.

 

Ora, per farti trovare pronto, prepara:

  • Mappa mentale: ti consente di scomporre il tuo obiettivo principale in risultati chiave correlati più piccoli costruendo un albero degli obiettivi;
  • Roadmap: consente di allineare le attività su una sequenza temporale (sia orizzontalmente che verticalmente) per vedere l’ambito dei lavori e valutare il carico di lavoro complessivo;
  • Kanban e gestione delle attività: per designare le persone responsabili dello svolgimento delle attività e del raggiungimento dei risultati chiave.

 

Tutto pronto?↓

Innovation Strategy Workshop

Cosa iniettare di creatività

 

In pochi semplici passaggi, puoi preparare un ottimo incontro strategico. Il trucco è rispondere prima alle seguenti domande da soli, quindi sollevarle durante la riunione strategica e discuterle come una squadra:

  1. Qual è il tuo scopo, la tua aspirazione?
  2. Quali sono i tuoi SWOT?
  3. Dove gareggerai?
  4. Come gareggerai?
  5. Quali sono i tuoi KPI?

 

Rispondere prima a queste domande ti consentirà di verificare la tua comprensione della tua attività e di prevedere le domande che seguiranno. E poi sollevare questi punti durante la riunione strategica, in modo che tutti possano allineare la propria comprensione degli obiettivi e dei piani aziendali.

 

Vediamo se riesco a stimolarti qualche risposta:

 

No.1 – Qual è il tuo scopo, la tua aspirazione?

 

Pensa al futuro ideale della tua organizzazione. Questo ti motiverà e inquadrerà tutte le tue decisioni di pianificazione. Puoi anche collegarlo a benchmark concreti che ti consentiranno di misurare se ti stai muovendo verso il futuro ideale.

 

No.2 – Quali sono i tuoi SWOT?

 

L’analisi SWOT (punti di forza, debolezze, opportunità, minacce) ti mostrerà come riuscirai ad accelerare sul campo di battaglia competitivo che sceglierai nella fase successiva.

 

No.3 – Dove gareggerai?

 

Questa domanda è al centro della tua strategia. Restringi il campo competitivo, cerca nuove nicchie da conquistare. Non puoi e non dovresti cercare di essere desiderato da tutti: trova solo un pubblico sostenibile che ha bisogno di te. Ovviamente, dovrebbe essere il luogo in cui si trovano i tuoi punti di forza e le opportunità principali.

 

No.4 – Come gareggerai?

 

Ora che sai dove posizionarti, è il momento di esaminare la tattica. Come creerai esattamente un valore unico per i tuoi clienti? Come glielo consegnerai? Durante il tuo incontro strategico, dovrai prendere questa decisione; dipenderà dal tuo contesto aziendale, ma dovrebbe sempre rispondere alla domanda su come delizierai i tuoi clienti in un modo unico, il tuo.

 

No.5 – Quali sono i tuoi KPI?

 

I KPI (Key Performance Indicators), aiutano a rafforzare le decisioni di pianificazione strategica, assicurano che gli obiettivi che ci si prefigge siano effettivamente perseguiti e pienamente realizzati. I KPI sosterranno il sistema che hai costruito nel corso degli ultimi quattro passaggi.

Creative Strategy Workshop

Come iniettare la creatività

 

Nei workshop abbiamo bisogno di input e tecniche per costringerci a fare connessioni laterali. Ce ne sono molti tra cui scegliere, ma se non sai da dove cominciare, ecco tre esercizi collaudati e affidabili a cui mi rivolgo spesso.

 

No. 1 – Mondi Paralleli

 

Questa tecnica consiste nel riflettere sugli sviluppi in categorie o “mondi” vicini al tuo e nell’adattare l’apprendimento alla tua situazione. Il trucco sta nella scelta dei mondi correlati più appropriati e stimolanti.

 

Dovresti soltanto:

  • In anticipo, catturare e stampare gli esempi di questi mondi correlati;
  • Chiedere ai team di rivedere e riflettere su questi esempi;
  • Quindi chiedere loro cosa possono applicare all’attività su cui stanno lavorando.

 

No. 2 – Stimoli Randomici

 

Prova a raccogliere la tua libreria di immagini stimolanti. Assicurati che siano il più diversificati possibile: va bene tutto.

 

L’esercizio funziona in questo modo:

  • Stampa o porta con te una galleria di immagini casuali e mostrale;
  • Chiedi al team di catturare il significato che le immagini trasmettono;
  • Usa questo come stimoli per generare idee.

 

No.3 – Gioco dei Consumatori

 

Ciò implica guardare alla sfida che stai affrontando dal punto di vista delle persone a cui stai cercando di far conoscere il tuo valore.

 

In genere funziona in questo modo:

  • Chiedi a ogni squadra di “diventare” una persona o una tipologia di persone. Fornisci stimoli per aiutare: alcuni dati o un modello da compilare;
  • Chiedi al team di esaminare la sfida che stai affrontando dal punto di vista di questo pubblico di destinazione;
  • Usa questo come stimolo per la generazione di idee.

 

Per avere una strategia di successo, devi essere innovativo.

L’innovazione è il motore della crescita in questo mondo in rapida evoluzione e imprevedibile.

 

Btw: Scrivendo questo Remarks, mi sono venute in mente numerosi argomenti che potrebbero interessarti. Ma vorrei che fossi tu a scegliere:

 Errori comuni nella definizione degli obiettivi aziendali Come prendere decisioni aziendali migliori Obiettivi e risultati chiave: OKR Strategy I tre ingredienti chiave dell'innovazione

Quasi dimenticavo!

 

Dovresti sempre avere un’agenda concreta che comunichi a tutte le parti interessate. Garantirà che tutti partecipino alla sessione consapevoli delle domande che verranno discusse e avranno il tempo di preparare i dati o i materiali necessari. Ecco cosa dovrebbe includere l’agenda di una sessione di pianificazione strategica:

  1. Lo scopo dell’incontro 
  2. Obiettivo dell’incontro 
  3. Elenco dei partecipanti
  4. Posizione
  5. Data e ora
  6. Elenco di argomenti per partecipante

🎄 Buon Natale!

Tra un pandoro o un panettone

 

Queste tre modalità sono esempi, se pur semplici, capaci di sbloccare il potenziale creativo e innovatore nelle persone delle nostre organizzazioni.

 

Se hai bisogno di capire di più e contestualizzare sulla tua azienda o su un tuo cliente, rispondi pure a questa mail. Che Natale sarebbe, senza potersi aiutare!

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi