Buondì, spero tutto bene.
Cosa significa per un’azienda diventare un’azienda tecnologica?

 

Partiamo da un dato di fatto: ogni azienda diventerà un’azienda tecnologica in un modo o nell’altro in risposta alle richieste dei clienti e della concorrenza, che si concentrano sulla fornitura di un valore maggiore, specifico per loro e a un ritmo quasi continuo. Soddisfare queste esigenze richiede informazioni e tecnologia. Quindi:

 

Un’azienda diventa tecnologica quando incorpora le informazioni e la tecnologia nella sua strategia aziendale e nelle sue capacità di core business.

 

Motivo per il quale essere un’azienda tecnologica non è la stessa cosa che essere un fornitore di soluzioni high-tech.  Per esserlo, a mio avviso, c’è la necessità di:

→ Abilitare la tecnologia di back-office a una capacità di front-office.
→ Rendere le informazioni centrali per il business
→ Slegare la tecnologia dalla gestione delle transizioni a favore della CX.
→ Unire i progressi tech ai progressi Governance e Operations

 

Se ci pensiamo il patto tra imprese e tecnologia si è evoluto negli anni. Nato dall‘automazione dove le organizzazioni hanno investito con la promessa di automatizzare le attività e spostare le informazioni dai sistemi cartacei a quelli informatici, passato dall‘integrazione per consentire alle aziende di ridurre ulteriormente i costi, migliorare la visibilità e la gestione, e arrivato fino al re-engineering incentrato sull’efficienza interna, sul servizio clienti e sull’eliminazione dei costi.

 

Oggi siamo di fronte ad un nuovo patto: l’interoperability.
Lo sa molto bene Meta e lo spiega molto bene il suo Global Affairs.

 

GO↓

Making the Metaverse

Il Manifesto di Meta.

 

Due settimane fa, mi sono imbattuto nel Manifesto del Metaverso di Nick Clegg, President, Global Affairs at Meta. Former Deputy Prime Minister of the United Kingdom, leader of the Liberal Democrats, member of Parliament.

 

Una dettagliata e lunga dichiarazione di intenti che espone la visione di Meta sul Metaverso con alcuni prime indicazioni dei vantaggi e delle problematiche in arrivo, del quale riporto alcuni highlights.

 

→ Il Metaverso è un’evoluzione logica. È la prossima generazione di Internet: un’esperienza 3D più coinvolgente. La sua qualità distintiva sarà una sensazione di presenza, come se fossi proprio lì con un’altra persona o in un altro posto.

 

→ Il Metaverso non è un’idea che Meta ha inventato. Non ci sarà un Metaverso Meta, così come oggi non esiste “Microsoft Internet” o “Google Internet”.

 

→ Il Metaverso è in una fase iniziale critica del suo sviluppo. Non c’è nulla di deterministico nel modo in cui la tecnologia ha un impatto sulla società. Questo è il motivo per cui dobbiamo creare, collettivamente, un sistema di governance e non deve essere modellato da Meta, ma deve essere sviluppato apertamente con uno spirito di cooperazione tra il settore privato, i legislatori, la società civile, il mondo accademico e le persone che utilizzeranno queste tecnologie.

 

→ Il Metaverso vive di 3 fattori chiave: ephemerality, embodiment and immersion. Questi, rendereranno le interazioni più simili a quelle che abbiamo nella nostra vita quotidiana.

 

→ Il Metaverso sarà il futuro della formazione, dell’assistenza sanitaria e dell’economica globale. Meta ha stimato che la Metaverse Economy potrebbe valere +3 trilioni di dollari in un decennio.

 

→ Il Metaverso è una casa a due piani. Le fondamenta includono hardware, protocolli e standard, il piano terra le piattaforme e le reti e il primo piano tutte le esperienze. Il tema comune a questi piani è l’ interoperabilità : l’interconnessione di standard, sistemi e applicazioni che consentono alle persone di viaggiare senza soluzioni di continuità tra una parte del Metaverso e l’altra.

 

E alcune interessanti riflessioni ulteriori su opportunità economiche, privacy, sicurezza, integrità ed equità e inclusione, a questo link→

 

Questo patto digitale è significativamente diverso dai suoi predecessori. In molti stanno iniziando a fare i conti sulla base dei presupposti del Metaverso. Queste sono le aziende che guidano la tecnologia.

 

Il Metaverso sta arrivando, in un modo o nell’altro.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, spero tutto bene.
Cosa significa per un’azienda diventare un’azienda tecnologica?

 

Partiamo da un dato di fatto: ogni azienda diventerà un’azienda tecnologica in un modo o nell’altro in risposta alle richieste dei clienti e della concorrenza, che si concentrano sulla fornitura di un valore maggiore, specifico per loro e a un ritmo quasi continuo. Soddisfare queste esigenze richiede informazioni e tecnologia. Quindi:

 

Un’azienda diventa tecnologica quando incorpora le informazioni e la tecnologia nella sua strategia aziendale e nelle sue capacità di core business.

 

Motivo per il quale essere un’azienda tecnologica non è la stessa cosa che essere un fornitore di soluzioni high-tech.  Per esserlo, a mio avviso, c’è la necessità di:

→ Abilitare la tecnologia di back-office a una capacità di front-office.
→ Rendere le informazioni centrali per il business
→ Slegare la tecnologia dalla gestione delle transizioni a favore della CX.
→ Unire i progressi tech ai progressi Governance e Operations

 

Se ci pensiamo il patto tra imprese e tecnologia si è evoluto negli anni. Nato dall‘automazione dove le organizzazioni hanno investito con la promessa di automatizzare le attività e spostare le informazioni dai sistemi cartacei a quelli informatici, passato dall‘integrazione per consentire alle aziende di ridurre ulteriormente i costi, migliorare la visibilità e la gestione, e arrivato fino al re-engineering incentrato sull’efficienza interna, sul servizio clienti e sull’eliminazione dei costi.

 

Oggi siamo di fronte ad un nuovo patto: l’interoperability.
Lo sa molto bene Meta e lo spiega molto bene il suo Global Affairs.

 

GO↓

Making the Metaverse

Il Manifesto di Meta.

 

Due settimane fa, mi sono imbattuto nel Manifesto del Metaverso di Nick Clegg, President, Global Affairs at Meta. Former Deputy Prime Minister of the United Kingdom, leader of the Liberal Democrats, member of Parliament.

 

Una dettagliata e lunga dichiarazione di intenti che espone la visione di Meta sul Metaverso con alcuni prime indicazioni dei vantaggi e delle problematiche in arrivo, del quale riporto alcuni highlights.

 

→ Il Metaverso è un’evoluzione logica. È la prossima generazione di Internet: un’esperienza 3D più coinvolgente. La sua qualità distintiva sarà una sensazione di presenza, come se fossi proprio lì con un’altra persona o in un altro posto.

 

→ Il Metaverso non è un’idea che Meta ha inventato. Non ci sarà un Metaverso Meta, così come oggi non esiste “Microsoft Internet” o “Google Internet”.

 

→ Il Metaverso è in una fase iniziale critica del suo sviluppo. Non c’è nulla di deterministico nel modo in cui la tecnologia ha un impatto sulla società. Questo è il motivo per cui dobbiamo creare, collettivamente, un sistema di governance e non deve essere modellato da Meta, ma deve essere sviluppato apertamente con uno spirito di cooperazione tra il settore privato, i legislatori, la società civile, il mondo accademico e le persone che utilizzeranno queste tecnologie.

 

→ Il Metaverso vive di 3 fattori chiave: ephemerality, embodiment and immersion. Questi, rendereranno le interazioni più simili a quelle che abbiamo nella nostra vita quotidiana.

 

→ Il Metaverso sarà il futuro della formazione, dell’assistenza sanitaria e dell’economica globale. Meta ha stimato che la Metaverse Economy potrebbe valere +3 trilioni di dollari in un decennio.

 

→ Il Metaverso è una casa a due piani. Le fondamenta includono hardware, protocolli e standard, il piano terra le piattaforme e le reti e il primo piano tutte le esperienze. Il tema comune a questi piani è l’ interoperabilità : l’interconnessione di standard, sistemi e applicazioni che consentono alle persone di viaggiare senza soluzioni di continuità tra una parte del Metaverso e l’altra.

 

E alcune interessanti riflessioni ulteriori su opportunità economiche, privacy, sicurezza, integrità ed equità e inclusione, a questo link→

 

Questo patto digitale è significativamente diverso dai suoi predecessori. In molti stanno iniziando a fare i conti sulla base dei presupposti del Metaverso. Queste sono le aziende che guidano la tecnologia.

 

Il Metaverso sta arrivando, in un modo o nell’altro.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi