Buondì, come va?
Ottobre ha suonato alla porta.

 

Ho da darti una bella notizia, che però abbiamo deciso di non rendere ancora pubblica. A breve diffonderemo la notizia, ma intanto siamo felici di veicolarla in questo Touchpoint di fedelissimi.  Abbiamo stretto una bella Partnership con Zwap. Se non dovessi conoscerla, è una piattaforma che mira a diventare il nuovo modo di fare rete Online. Una delle Milestone che abbiamo messo in cantiere in fase di riorganizzazione interna e che vedrai nel massimo delle potenzialità a breve (ricordati questo nome: Catobi Lab)

 

Piano piano ne vedremo delle belle, intanto puoi accedere allo Space di Catobi↗

Questo ti permetterà di entrare in contatto con il nostro (anche tuo) ecosistema (60k tra imprenditori e professionisti) ma anche con la rete della Piattaforma.

 

Hai già un account su Zwap? Niente paura.
Ti basterà aggiungere questo codice nelle impostazioni: FCFHNJ

 

Ti aspettiamo, ora arriviamo al sodo.

 

I cambiamenti nella società, nella cultura e nell’economia influiscono direttamente sui paradigmi aziendali e gestionali. Quando le regole globali cambiano, le leggi e i requisiti per fare affari si inaspriscono, il livello di concorrenza cresce e l’azienda deve continuare a produrre in modo efficiente valore per il consumatore: solo questo assioma garantisce che l’azienda possa vivere e operare. Un assioma che fa rima con Incertezza.

 

Quale significato daresti al termine incertezza?

GO↓

Goal Expected Result

Il lavoro è più simile all’arte che alla pazienza.

 

Gordon Gekko, il protagonista del film WallStreet, riferendosi al trattato di strategia di Sun Tzu, afferma che: “La battaglia è vinta prima ancora che inizi”.

 

Per le organizzazioni, ciò significa che una buona preparazione all’azione, una comprensione dettagliata della strategia, una conoscenza accurata di tutti gli ostacoli e la disponibilità sono garanzie per raggiungere l’obiettivo.

 

Naturalmente, tutto questo lavoro deve essere svolto prima dell’inizio del progetto, prima che il team inizi ad agire. Ma non è facile, come a scriverlo, infatti i principali problemi di preparazione sono i seguenti:

  • devi conoscere con precisione le tue capacità
  • devi prevedere con precisione tutti gli ostacoli che dovrai affrontare
  • devi avere chiarezza del percorso verso il risultato desiderato

 

Tutto questo lavoro è più simile all’arte che alla scienza. Il motivo è l’incertezza.
L’ambiente aziendale a volte assomiglia a un asilo nido pieno di cigni neri di Nassim Taleb (che immagino tu abbia letto).

 

Cosa chiamiamo incertezza? Quando parliamo di incertezza, significa che non sappiamo, non vediamo, e non comprendiamo tutte le relazioni causa-effetto e non possiamo determinare con sicurezza lo stato futuro. Di solito possiamo definire quattro stati primari che caratterizzano l’incertezza, ad esempio:

  • Order – caratterizzato dal fatto che le relazioni causa-effetto sono visibili prima che si verifichi l’evento.
  • Complexity: le relazioni causa-effetto possono essere determinate prima che si verifichi l’evento.
  • Entanglement: le relazioni causa-effetto possono essere determinate solo dopo che si è verificato un evento.
  • Chaos – Causa ed effetto sono indefinibili anche dopo il verificarsi dell’evento.

 

Quindi l’incertezza condiziona l’applicazione del paradigma di gestione.
Se in precedenza poteva bastare il Business Process Management oggi è proseguito lo sviluppo di questa modalità, perché la limitazione di questo approccio è dovuta alla sua struttura principale: la ripetibilità delle azioni. 

 

Non appena si verifica una situazione unica, la logica si rompe. 
In questo caso si parla di Case Management.

Jiro Dreams of Sushi: The End.

Spero che non ti piacesse il Jappo.

 

Quante volte ti è capitato di risolvere situazioni uniche nel suo genere, con un costo dell’errore molto elevato? Pensa ai medici, dovrebbe consolarti.

 

Molto probabilmente, hai adottato (consapevolmente o meno) l’Adaptive Case Management (ACM) che è stato proposto per la prima volta nel 2010 dalla Workflow Management Coalition.  ACM è un approccio flessibile che consente di gestire in modo open il processo di risoluzione di un determinato problema, a seconda di come procede la situazione.

 

La difficoltà sta nel capire quando può sussistere.
Normalmente puoi riscontrare alcune caratteristiche:

  1. L’oggetto della gestione è un problema o un compito, ma non un processo
  2. E’ necessario combinare diverse risorse: reparti, team, processi aziendali…
  3. Nell’attuazione, i compiti del progetto e/o gli stakeholder cambieranno
  4. Non ci sono abbastanza informazioni per trovare soluzioni esatte
  5. In fase di Execution, c’è un database di Best Practice da condividere

 

Sono sicuro che tu lo applichi quotidianamente, perciò spero che questo Remarks possa stimolare maggiori letture sul tema. Se hai bisogno, sai dove trovarmi (da oggi anche su Zwap↗)

 

Quando basiamo i nostri processi su verità scadute, incontriamo più eccezioni, più inefficienze e più frustrazioni. Non è che non ci stiamo adattando ai cambiamenti; è che ci adattiamo al limite, pur rimanendo attaccati ai principi guida del passato.

 

E il presente è il periodo più incerto di sempre.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, come va?
Ottobre ha suonato alla porta.

 

Ho da darti una bella notizia, che però abbiamo deciso di non rendere ancora pubblica. A breve diffonderemo la notizia, ma intanto siamo felici di veicolarla in questo Touchpoint di fedelissimi.  Abbiamo stretto una bella Partnership con Zwap. Se non dovessi conoscerla, è una piattaforma che mira a diventare il nuovo modo di fare rete Online. Una delle Milestone che abbiamo messo in cantiere in fase di riorganizzazione interna e che vedrai nel massimo delle potenzialità a breve (ricordati questo nome: Catobi Lab)

 

Piano piano ne vedremo delle belle, intanto puoi accedere allo Space di Catobi↗

Questo ti permetterà di entrare in contatto con il nostro (anche tuo) ecosistema (60k tra imprenditori e professionisti) ma anche con la rete della Piattaforma.

 

Hai già un account su Zwap? Niente paura.
Ti basterà aggiungere questo codice nelle impostazioni: FCFHNJ

 

Ti aspettiamo, ora arriviamo al sodo.

 

I cambiamenti nella società, nella cultura e nell’economia influiscono direttamente sui paradigmi aziendali e gestionali. Quando le regole globali cambiano, le leggi e i requisiti per fare affari si inaspriscono, il livello di concorrenza cresce e l’azienda deve continuare a produrre in modo efficiente valore per il consumatore: solo questo assioma garantisce che l’azienda possa vivere e operare. Un assioma che fa rima con Incertezza.

 

Quale significato daresti al termine incertezza?

GO↓

Goal Expected Result

Il lavoro è più simile all’arte che alla pazienza.

 

Gordon Gekko, il protagonista del film WallStreet, riferendosi al trattato di strategia di Sun Tzu, afferma che: “La battaglia è vinta prima ancora che inizi”.

 

Per le organizzazioni, ciò significa che una buona preparazione all’azione, una comprensione dettagliata della strategia, una conoscenza accurata di tutti gli ostacoli e la disponibilità sono garanzie per raggiungere l’obiettivo.

 

Naturalmente, tutto questo lavoro deve essere svolto prima dell’inizio del progetto, prima che il team inizi ad agire. Ma non è facile, come a scriverlo, infatti i principali problemi di preparazione sono i seguenti:

  • devi conoscere con precisione le tue capacità
  • devi prevedere con precisione tutti gli ostacoli che dovrai affrontare
  • devi avere chiarezza del percorso verso il risultato desiderato

 

Tutto questo lavoro è più simile all’arte che alla scienza. Il motivo è l’incertezza.
L’ambiente aziendale a volte assomiglia a un asilo nido pieno di cigni neri di Nassim Taleb (che immagino tu abbia letto).

 

Cosa chiamiamo incertezza? Quando parliamo di incertezza, significa che non sappiamo, non vediamo, e non comprendiamo tutte le relazioni causa-effetto e non possiamo determinare con sicurezza lo stato futuro. Di solito possiamo definire quattro stati primari che caratterizzano l’incertezza, ad esempio:

  • Order – caratterizzato dal fatto che le relazioni causa-effetto sono visibili prima che si verifichi l’evento.
  • Complexity: le relazioni causa-effetto possono essere determinate prima che si verifichi l’evento.
  • Entanglement: le relazioni causa-effetto possono essere determinate solo dopo che si è verificato un evento.
  • Chaos – Causa ed effetto sono indefinibili anche dopo il verificarsi dell’evento.

 

Quindi l’incertezza condiziona l’applicazione del paradigma di gestione.
Se in precedenza poteva bastare il Business Process Management oggi è proseguito lo sviluppo di questa modalità, perché la limitazione di questo approccio è dovuta alla sua struttura principale: la ripetibilità delle azioni. 

 

Non appena si verifica una situazione unica, la logica si rompe. 
In questo caso si parla di Case Management.

Jiro Dreams of Sushi: The End.

Spero che non ti piacesse il Jappo.

 

Quante volte ti è capitato di risolvere situazioni uniche nel suo genere, con un costo dell’errore molto elevato? Pensa ai medici, dovrebbe consolarti.

 

Molto probabilmente, hai adottato (consapevolmente o meno) l’Adaptive Case Management (ACM) che è stato proposto per la prima volta nel 2010 dalla Workflow Management Coalition.  ACM è un approccio flessibile che consente di gestire in modo open il processo di risoluzione di un determinato problema, a seconda di come procede la situazione.

 

La difficoltà sta nel capire quando può sussistere.
Normalmente puoi riscontrare alcune caratteristiche:

  1. L’oggetto della gestione è un problema o un compito, ma non un processo
  2. E’ necessario combinare diverse risorse: reparti, team, processi aziendali…
  3. Nell’attuazione, i compiti del progetto e/o gli stakeholder cambieranno
  4. Non ci sono abbastanza informazioni per trovare soluzioni esatte
  5. In fase di Execution, c’è un database di Best Practice da condividere

 

Sono sicuro che tu lo applichi quotidianamente, perciò spero che questo Remarks possa stimolare maggiori letture sul tema. Se hai bisogno, sai dove trovarmi (da oggi anche su Zwap↗)

 

Quando basiamo i nostri processi su verità scadute, incontriamo più eccezioni, più inefficienze e più frustrazioni. Non è che non ci stiamo adattando ai cambiamenti; è che ci adattiamo al limite, pur rimanendo attaccati ai principi guida del passato.

 

E il presente è il periodo più incerto di sempre.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi