Buondì, sei di ponte?
Si sono uniti con noi 150 ulteriori innovatori.

 

Prima di iniziare, concedimi di ringraziarti perché mercoledì è stata un altra serata molto importante. Matteo e Francesco sono persone incredibili e ci hanno aiutato a mostrare la migliore definizione di cosa vuol dire essere un professionista e capire che possono esistere nuovi paradigmi la fuori.

 

Dopodiché, dato che durante l’evento abbiamo toccato tanti punti, e in un certo senso, anche rivisitato “Crossing the Chasm”, ho avuto modo di pensare all’innovazione: discontinua, continua, ecc… Per le innovazioni discontinue, Geoffrey Moore sostiene che non attireremo visionari a meno che non vedano del potenziale per un miglioramento in ordine di grandezza. Allo stesso modo, per le innovazioni continue, il valore aggiunto è sempre bello, ma deve essere valutato rispetto al livello di cambiamento e al potenziale impatto. Perciò, mi chiedo: Valutiamo l’innovazione in base all’impatto e ai livelli di cambiamento?

 

Ma almeno per oggi, non ti prenderò ulteriore tempo.
Solo un ultima cortesia, ci piacerebbe che tu ci aiutassi a capire come poter rendere il prossimo evento ancora più immersivo. I dati ci danno una idea, ma chiedertelo è sempre la miglior cosa.

 

Qui puoi dire la tua in 2 minuti↗

 

Solo se vuoi aiutarci a migliorare la nostra (anche tua) Crew.
Sennò scorri pure, trovi il replay dell’evento.

 

Istruzioni per l’uso

È un format particolare, leggere attentamente il foglietto illustrativo, può avere effetti collaterali particolarmente innovativi

 

DENOMINAZIONE:

Okr Performance – Il miglior strumento per connettere strategia ed execution – 60 min di condivisione

 

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO:

Okr Performance è il primo Match di Catobi, il format per mettere le necessità dei partecipanti in primo piano e renderli partecipi, attraverso il dialogo, con professionisti che hanno scelto di dedicarsi alla crescita di persone ed organizzazioni e alla condivisione di esperienze e di metodologie. Nell’ambito dell’innovazione digitale, l’evento nasce dalla volontà di mettere a terra una guida pratica e concreta per approcciare al meglio questa metodologia vincente, guidare con consapevolezza il cambiamento che comporta in un determinato contesto lavorativo, evitare gli errori più comuni e trarne benefici per l’intera organizzazione.

 

COMPOSIZIONE:

Il seguente evento è composto da:

 

 

EFFETTI COLLATERALI:

  • Maturità strategica: per avere una idea chiara di ciò che è necessario fare e di quali numeri vitali raggiungere.
  • Allineamento: per rendere tangibili Vision, Mission e Purpose ed esplicita la relazione tra obiettivi e strategia.
  • Capacità di prioritizzazione: per evitare che i task piovano da qualsiasi direzione e in ogni sistema e decidere cosa fare.
  • Coinvolgimento: rendere le attività di ciascuno e i propri obiettivi connessi alla strategia e rendere autonoma l’autovalutazione.
  • Controllo sui numeri: per capire quali costituiscono dei Reset nelle priorità o negli obiettivi, per riallineare rapidamente le attività.
  • Leadership evoluta: per far crescere le persone in autonomia e non rendere necessario chi deve controllare il lavoro degli altri.

 

QUANDO NON DEVE ESSERE UTILIZZATO:

Imperturbabilità verso il cambiamento, dove settare gli obiettivi significa non renderli visivi, comprensibi e realizzabili, condividendoli con Manager e Collaboratori, in modo che siano allineati, ma farli cadere da qualche rianimazione interna della Mission e della Vision. O altre sostanze strettamente correlate che non permettano di cogliere lo scopo principale di un sistema di misurazione: fornire un linguaggio per descrivere le aspettative. Il linguaggio delle metriche ti permette di ottenere risultati.

Next Step

Cosa possiamo fare insieme

 

Il Remarks di oggi è breve, abbiamo deciso di dedicarlo interamente al nostro evento. Sono 60 minuti molto intensi ed è importante lasciarti il giusto tempo per guardartelo, perché siamo convinti del valore generato.

 

Allo stesso tempo, in molti hanno ricevuto per la prima volta questo touchpoint, perciò mi sembra opportuno dargli una visione generale per renderli liberi di decidere se riceverlo ancora o scaricarsi il materiale e poi andarsene.

 

Personalmente farei così:

  • Per scoprire di cosa e come ne parliamo, ti consiglio di accedere all’archivio dove puoi trovare tutti i nostri Remarks. Puoi farlo da qui↗
  • Fossi in te, me ne leggerei almeno tre, penso siano rappresentativi della nostra crescita: Touchpoint 42°Touchpoint 21° e Touchpoint 8°
  • Dopodiché, torna su questa email e se pensi che possa essere utile alla tua professione, salvaci tra i tuoi contatti, oppure premi il bottone qui sotto.

Disiscrizione Immediata

 

Concludo con una una bella domanda, estrapolata da una e-mail arrivatami proprio mercoledì sera e ne approfitto per salutarti, ci vediamo lunedì prossimo.

 

[…] Anche il benessere soggettivo è direttamente correlato al raggiungimento degli obiettivi. Il problema è che a volte siamo così ossessionati dai nostri obiettivi che sacrifichiamo qualcosa che conta davvero […] I cattivi obiettivi tengono conto solo delle conseguenze visibili, mentre i buoni obiettivi tengono conto sia dell’effetto che si può vedere sia di quelli che devono essere previsti. Quindi…

 

Qual è la debolezza degli obiettivi? Quando c’è qualcosa che non va nei tuoi obiettivi?

 

Perchè possono portarci lontano dalla qualità della nostra vita. […]

OKR e Sostenibilità

Un esempio di applicazione o un Hook?

 

OKR è ideale per obiettivi moderni. Ora l’OKR potrebbe assomigliare a questo:

→ Obiettivo:
“Ridurre le emissioni di carbonio durante la produzione dei nostri vestiti allo 0%”.

 

Si tratta di un OKR piuttosto complesso che potrebbe richiedere una revisione completa del modello di business; questo non è più solo un obiettivo: è una missione aziendale.

 

Tuttavia, come ogni OKR, richiede risultati chiave ben definiti.

→ Risultato chiave:
“Ridurre l’impatto ambientale del 10% annuo”.

 

La sostenibilità implica tre direzioni per i tuoi obiettivi globali:

  1. Ambientale
  2. Economico
  3. Sociale

 

Il precedente faceva riferimento all’ambente.
Uno rivolto al sociale, potrebbe essere:

→ Obiettivo:
“Rendi i pagamenti dei nostri clienti meno dispendiosi in termini di tempo”.

 

→ Risultato chiave:
“Riduci le fasi di pagamento del nostro sito Web da 4 a 2 entro un mese”.

 

L’idea principale è concentrarsi sull’OBJ principale e sul KR durante tutto l’anno.

 

Ora, molto probabilmente, ti sembrerà tutto molto complicato. Nei migliori dei casi, c’è confusione ancora più di prima e di ciò che abbiamo scritto fino a qui, ti sembra poco chiara e tangibile anche l’ultima frase.

 

Motivo per cui abbiamo organizzato OKR Performance.
Se ti è tutto chiaro: questo link è per te, perché non si smette mai di imparare↗

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, sei di ponte?
Si sono uniti con noi 150 ulteriori innovatori.

 

Prima di iniziare, concedimi di ringraziarti perché mercoledì è stata un altra serata molto importante. Matteo e Francesco sono persone incredibili e ci hanno aiutato a mostrare la migliore definizione di cosa vuol dire essere un professionista e capire che possono esistere nuovi paradigmi la fuori.

 

Dopodiché, dato che durante l’evento abbiamo toccato tanti punti, e in un certo senso, anche rivisitato “Crossing the Chasm”, ho avuto modo di pensare all’innovazione: discontinua, continua, ecc… Per le innovazioni discontinue, Geoffrey Moore sostiene che non attireremo visionari a meno che non vedano del potenziale per un miglioramento in ordine di grandezza. Allo stesso modo, per le innovazioni continue, il valore aggiunto è sempre bello, ma deve essere valutato rispetto al livello di cambiamento e al potenziale impatto. Perciò, mi chiedo: Valutiamo l’innovazione in base all’impatto e ai livelli di cambiamento?

 

Ma almeno per oggi, non ti prenderò ulteriore tempo.
Solo un ultima cortesia, ci piacerebbe che tu ci aiutassi a capire come poter rendere il prossimo evento ancora più immersivo. I dati ci danno una idea, ma chiedertelo è sempre la miglior cosa.

 

Qui puoi dire la tua in 2 minuti↗

 

Solo se vuoi aiutarci a migliorare la nostra (anche tua) Crew.
Sennò scorri pure, trovi il replay dell’evento.

 

Istruzioni per l’uso

È un format particolare, leggere attentamente il foglietto illustrativo, può avere effetti collaterali particolarmente innovativi

 

DENOMINAZIONE:

Okr Performance – Il miglior strumento per connettere strategia ed execution – 60 min di condivisione

 

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO:

Okr Performance è il primo Match di Catobi, il format per mettere le necessità dei partecipanti in primo piano e renderli partecipi, attraverso il dialogo, con professionisti che hanno scelto di dedicarsi alla crescita di persone ed organizzazioni e alla condivisione di esperienze e di metodologie. Nell’ambito dell’innovazione digitale, l’evento nasce dalla volontà di mettere a terra una guida pratica e concreta per approcciare al meglio questa metodologia vincente, guidare con consapevolezza il cambiamento che comporta in un determinato contesto lavorativo, evitare gli errori più comuni e trarne benefici per l’intera organizzazione.

 

COMPOSIZIONE:

Il seguente evento è composto da:

 

 

EFFETTI COLLATERALI:

  • Maturità strategica: per avere una idea chiara di ciò che è necessario fare e di quali numeri vitali raggiungere.
  • Allineamento: per rendere tangibili Vision, Mission e Purpose ed esplicita la relazione tra obiettivi e strategia.
  • Capacità di prioritizzazione: per evitare che i task piovano da qualsiasi direzione e in ogni sistema e decidere cosa fare.
  • Coinvolgimento: rendere le attività di ciascuno e i propri obiettivi connessi alla strategia e rendere autonoma l’autovalutazione.
  • Controllo sui numeri: per capire quali costituiscono dei Reset nelle priorità o negli obiettivi, per riallineare rapidamente le attività.
  • Leadership evoluta: per far crescere le persone in autonomia e non rendere necessario chi deve controllare il lavoro degli altri.

 

QUANDO NON DEVE ESSERE UTILIZZATO:

Imperturbabilità verso il cambiamento, dove settare gli obiettivi significa non renderli visivi, comprensibi e realizzabili, condividendoli con Manager e Collaboratori, in modo che siano allineati, ma farli cadere da qualche rianimazione interna della Mission e della Vision. O altre sostanze strettamente correlate che non permettano di cogliere lo scopo principale di un sistema di misurazione: fornire un linguaggio per descrivere le aspettative. Il linguaggio delle metriche ti permette di ottenere risultati.

Next Step

Cosa possiamo fare insieme

 

Il Remarks di oggi è breve, abbiamo deciso di dedicarlo interamente al nostro evento. Sono 60 minuti molto intensi ed è importante lasciarti il giusto tempo per guardartelo, perché siamo convinti del valore generato.

 

Allo stesso tempo, in molti hanno ricevuto per la prima volta questo touchpoint, perciò mi sembra opportuno dargli una visione generale per renderli liberi di decidere se riceverlo ancora o scaricarsi il materiale e poi andarsene.

 

Personalmente farei così:

  • Per scoprire di cosa e come ne parliamo, ti consiglio di accedere all’archivio dove puoi trovare tutti i nostri Remarks. Puoi farlo da qui↗
  • Fossi in te, me ne leggerei almeno tre, penso siano rappresentativi della nostra crescita: Touchpoint 42°Touchpoint 21° e Touchpoint 8°
  • Dopodiché, torna su questa email e se pensi che possa essere utile alla tua professione, salvaci tra i tuoi contatti, oppure premi il bottone qui sotto.

Disiscrizione Immediata

 

Concludo con una una bella domanda, estrapolata da una e-mail arrivatami proprio mercoledì sera e ne approfitto per salutarti, ci vediamo lunedì prossimo.

 

[…] Anche il benessere soggettivo è direttamente correlato al raggiungimento degli obiettivi. Il problema è che a volte siamo così ossessionati dai nostri obiettivi che sacrifichiamo qualcosa che conta davvero […] I cattivi obiettivi tengono conto solo delle conseguenze visibili, mentre i buoni obiettivi tengono conto sia dell’effetto che si può vedere sia di quelli che devono essere previsti. Quindi…

 

Qual è la debolezza degli obiettivi? Quando c’è qualcosa che non va nei tuoi obiettivi?

 

Perchè possono portarci lontano dalla qualità della nostra vita. […]

OKR e Sostenibilità

Un esempio di applicazione o un Hook?

 

OKR è ideale per obiettivi moderni. Ora l’OKR potrebbe assomigliare a questo:

→ Obiettivo:
“Ridurre le emissioni di carbonio durante la produzione dei nostri vestiti allo 0%”.

 

Si tratta di un OKR piuttosto complesso che potrebbe richiedere una revisione completa del modello di business; questo non è più solo un obiettivo: è una missione aziendale.

 

Tuttavia, come ogni OKR, richiede risultati chiave ben definiti.

→ Risultato chiave:
“Ridurre l’impatto ambientale del 10% annuo”.

 

La sostenibilità implica tre direzioni per i tuoi obiettivi globali:

  1. Ambientale
  2. Economico
  3. Sociale

 

Il precedente faceva riferimento all’ambente.
Uno rivolto al sociale, potrebbe essere:

→ Obiettivo:
“Rendi i pagamenti dei nostri clienti meno dispendiosi in termini di tempo”.

 

→ Risultato chiave:
“Riduci le fasi di pagamento del nostro sito Web da 4 a 2 entro un mese”.

 

L’idea principale è concentrarsi sull’OBJ principale e sul KR durante tutto l’anno.

 

Ora, molto probabilmente, ti sembrerà tutto molto complicato. Nei migliori dei casi, c’è confusione ancora più di prima e di ciò che abbiamo scritto fino a qui, ti sembra poco chiara e tangibile anche l’ultima frase.

 

Motivo per cui abbiamo organizzato OKR Performance.
Se ti è tutto chiaro: questo link è per te, perché non si smette mai di imparare↗

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi