Buondì, spero vada tutto bene.
Le decisioni al COP26 di Glasgow eviteranno il disastro?

 

Oggi cercheremo di capire insieme perché il 46% delle organizzazioni afferma di attribuire uguale importanza all’ambiente e alla crescita finanziaria, ma deve comprendere ancora come contribuire alla causa. Ma, prima, ho un invito per te.

 

Bologna | 03 Dicembre | 18.30 –  Saremo allo Spritz & Meet, il format di meetup itineranti per favorire il networking tra imprenditori, professionisti d’azienda, freelance e studenti. E’ un evento co-organizzato da Gerardo Forliano, Massimo Giacchino, Maria Luisa D’Urso, Valentina Tanzillo, Carlo Tommaso Bisaccioni, Massimo Caroli. Totalmente gratuito, per maggiori info →

 

Secondo il rapporto 2021 delle nazioni unite, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), non rimarrà nessun posto sulla terra indenne dall’imminente ondata di distruzione ecologica.

 

Forse c’è bisogno di rivedere diversi Business Model, formulati intorno al paradosso del ragggiungimento di una crescita infinita, su un pianeta finito.

 

È necessario un diverso tipo di crescita.

 

GO↓

Sostenibilità nel 2022

Valorizzare il pianeta o il profitto?

 

Un business sostenibile cerca di creare valore per gli stakeholder a lungo termine, prendendo in considerazione gli impatti sociali, economici e/o ambientali nelle decisioni strategiche e operative. Questa è forse la definizione più comune e sicuramente anche la migliore. Se fosse perseguita al 100%.

 

Ad oggi, il grado di ambizione strategica va dal fare il minimo attraverso la conformità fino al perseguimento di nuove opportunità di crescita e, addirittura, alla differenziazione attraverso la sostenibilità. Le organizzazioni che vogliono rendersi sostenibili e che si aspettano di trasformarsi e differenziarsi dovranno identificare nuove opportunità di mercato, e incorporarle nella loro strategia. Quelle che lo stanno facendo realmente, ovviamente, sono poche.

 

Il 46% delle precedenti organizzazioni, afferma che, nella propria organizzazione:

  • Il 52% che è l’ambizione strategica.
  • Il 92% che la spesa per la sostenibilità è in aumento.
  • Il 63% che i clienti stanno creano pressione per una azione green
  • Il 70% che il COVID-19 ha aumentato la priorità ai problemi sociali.
  • Il 36% persegue un obiettivo a emissioni zero.
  • Il 19% che l’energia rinnovabile è la tecnologia più utilizzata.

 

Il campione prende in considerazione 183 organizzazioni in 28 paesi diversi.
A questi aggiungiamoci i macro driver evidenziati per questo Trend:

 

→ Società: la maggior parte dei consumatori desidera agire sui cambiamenti climatici e cerca consigli su come farlo al meglio.

 

→ Economia: i modelli incentrati esclusivamente sulla guida della crescita vengono messi in discussione man mano che l’impatto ecologico di questa mentalità diventa chiaro.

 

→ Industria: i brand first mover nell’arena della sostenibilità stanno stabilendo nuovi standard che presto diventeranno punti di riferimento.

 

→ Politica: i legislatori stanno sviluppando nuove normative che avranno un impatto importante sulle imprese di ogni tipo.
È evidente come sul tema di sostenibilità si dibatta e lo si faccia molto.

 

Se ti chiedessi cosa è “sostenibilità”, per te?
Sono convinto, che ci sia almeno una di queste associazioni:
Design, Innovazione, Produzione, Packaging, Pubblicità, Retail, Riciclaggio.

Se mi sono sbagliato, fammi sapere.

 

Queste associazioni, il più delle volte, creano piccoli grandi fraintendimenti.
Tra i primi, troviamo:

 

Associare la sostenibilità alla purpose aziendale, e confondere la sostenibilità con ESG (Environmental, Social and Governance).  Per semplificare, l’associazione tra i primi due, ha creato il greenwhasing, visto il divario tra le dichiarazioni delle azienda e le loro azioni, senza considerare di come il marketing enfatizzi l’impegno di sostenibilità in ogni modo. Invece, l’ESG è spesso è usato in modo intercambiabile con la sostenibilità, ma è una misura delle prestazioni e la sostenibilità è un risultato. 

 

C’è bisogno di rivedere il concetto di strategia aziendale sostenibile per un impatto sociale e ambientale positivo, definendo le ambizioni, fissando e raggiungendo obiettivi chiari e liberando il potere della tecnologia.

Il centro della Strategia

Opportunità di crescita, rischi e costi, tecnologia e leadership

 

Questi sono i Takeaways di questo approfondimento.

 

→ Growth Opportunities

Devi rilevare i punti critici della tua idea di business sostenibile e su queste criticità sviluppare un modello di Business Operativo.  Il digitale può aiutare a promuovere miglioramenti significativi nelle prestazioni e creare nuove opportunità di crescita, ma può anche danneggiare la sostenibilità.

 

Domande chiave:

  • Come supportare nuove opportunità di investimento sulla sostenibilità?
  • In che modo devo cambiare modello di business per guidare i risultati?
  • Quali punti di flessione della sostenibilità guideranno le opportunità di crescita?

 

→ Risk And Cost

Devi valutare, monitorare e gestire i rischi interni ed esterni associati al business sostenibile. Gli investimenti sulla sostenibilità, sono guidati dalle opportunità, ma fanno anche parte della gestione dei rischi e dei costi. Le normative si stanno concentrando proprio sui rischi finanziari, legali e reputazionali.

 

Domande chiave:

  • Come posso gestire i costi e i rischi della sostenibilità?
  • Come garantisco l’accesso al capitale?
  • Quali strategie di monitoraggio dovremmo adottare?

 

→ Technology And Innovation

Devi monitorare, assegnare priorità, applicare nuove tecnologie e migliorare le tecnologie esistenti per consentire che arrivino risultati tangibili.

 

Raggiungere obiettivi e impegni aziendali sostenibili richiede innovazione, informazione e tecnologia digitale, come l’intelligenza artificiale (AI), blockchain e Internet of Things (IoT) ecc…

 

Domande chiave:

  • Quali tendenze tecnologiche dovrebbero essere sul nostro radar?
  • Come possiamo rendere l’IT più sostenibile?
  • Come possiamo applicare la tecnologia per migliorare la sostenibilità aziendale?

 

→ Leadership

Devi essere un leader della pianificazione strategica, della cultura, del talento e delle capacità aziendali.

 

La strategia di sostenibilità aziendale non può avanzare senza una leadership e una governance autentiche e mirate.

 

Domande chiave:

  • Qual è il nostro ruolo nella sostenibilità?
  • Come possiamo incorporare la sostenibilità nella pianificazione strategica?
  • Come possiamo costruire leadership,  cultura,  capacità e talento?
  • Come ci impegniamo con gli stakeholder sulla sostenibilità?

 

Le organizzazioni puntano sempre più sulla sostenibilità. Puoi utilizzare questo Remarks per valutare e rispondere per dare forma al tua Strategia competitiva 2022.

 

O almeno ricordati la differenza tra ESG, CSR e Sostenibilità.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Buondì, spero vada tutto bene.
Le decisioni al COP26 di Glasgow eviteranno il disastro?

 

Oggi cercheremo di capire insieme perché il 46% delle organizzazioni afferma di attribuire uguale importanza all’ambiente e alla crescita finanziaria, ma deve comprendere ancora come contribuire alla causa. Ma, prima, ho un invito per te.

 

Bologna | 03 Dicembre | 18.30 –  Saremo allo Spritz & Meet, il format di meetup itineranti per favorire il networking tra imprenditori, professionisti d’azienda, freelance e studenti. E’ un evento co-organizzato da Gerardo Forliano, Massimo Giacchino, Maria Luisa D’Urso, Valentina Tanzillo, Carlo Tommaso Bisaccioni, Massimo Caroli. Totalmente gratuito, per maggiori info →

 

Secondo il rapporto 2021 delle nazioni unite, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), non rimarrà nessun posto sulla terra indenne dall’imminente ondata di distruzione ecologica.

 

Forse c’è bisogno di rivedere diversi Business Model, formulati intorno al paradosso del ragggiungimento di una crescita infinita, su un pianeta finito.

 

È necessario un diverso tipo di crescita.

 

GO↓

Sostenibilità nel 2022

Valorizzare il pianeta o il profitto?

 

Un business sostenibile cerca di creare valore per gli stakeholder a lungo termine, prendendo in considerazione gli impatti sociali, economici e/o ambientali nelle decisioni strategiche e operative. Questa è forse la definizione più comune e sicuramente anche la migliore. Se fosse perseguita al 100%.

 

Ad oggi, il grado di ambizione strategica va dal fare il minimo attraverso la conformità fino al perseguimento di nuove opportunità di crescita e, addirittura, alla differenziazione attraverso la sostenibilità. Le organizzazioni che vogliono rendersi sostenibili e che si aspettano di trasformarsi e differenziarsi dovranno identificare nuove opportunità di mercato, e incorporarle nella loro strategia. Quelle che lo stanno facendo realmente, ovviamente, sono poche.

 

Il 46% delle precedenti organizzazioni, afferma che, nella propria organizzazione:

  • Il 52% che è l’ambizione strategica.
  • Il 92% che la spesa per la sostenibilità è in aumento.
  • Il 63% che i clienti stanno creano pressione per una azione green
  • Il 70% che il COVID-19 ha aumentato la priorità ai problemi sociali.
  • Il 36% persegue un obiettivo a emissioni zero.
  • Il 19% che l’energia rinnovabile è la tecnologia più utilizzata.

 

Il campione prende in considerazione 183 organizzazioni in 28 paesi diversi.
A questi aggiungiamoci i macro driver evidenziati per questo Trend:

 

→ Società: la maggior parte dei consumatori desidera agire sui cambiamenti climatici e cerca consigli su come farlo al meglio.

 

→ Economia: i modelli incentrati esclusivamente sulla guida della crescita vengono messi in discussione man mano che l’impatto ecologico di questa mentalità diventa chiaro.

 

→ Industria: i brand first mover nell’arena della sostenibilità stanno stabilendo nuovi standard che presto diventeranno punti di riferimento.

 

→ Politica: i legislatori stanno sviluppando nuove normative che avranno un impatto importante sulle imprese di ogni tipo.
È evidente come sul tema di sostenibilità si dibatta e lo si faccia molto.

 

Se ti chiedessi cosa è “sostenibilità”, per te?
Sono convinto, che ci sia almeno una di queste associazioni:
Design, Innovazione, Produzione, Packaging, Pubblicità, Retail, Riciclaggio.

Se mi sono sbagliato, fammi sapere.

 

Queste associazioni, il più delle volte, creano piccoli grandi fraintendimenti.
Tra i primi, troviamo:

 

Associare la sostenibilità alla purpose aziendale, e confondere la sostenibilità con ESG (Environmental, Social and Governance).  Per semplificare, l’associazione tra i primi due, ha creato il greenwhasing, visto il divario tra le dichiarazioni delle azienda e le loro azioni, senza considerare di come il marketing enfatizzi l’impegno di sostenibilità in ogni modo. Invece, l’ESG è spesso è usato in modo intercambiabile con la sostenibilità, ma è una misura delle prestazioni e la sostenibilità è un risultato. 

 

C’è bisogno di rivedere il concetto di strategia aziendale sostenibile per un impatto sociale e ambientale positivo, definendo le ambizioni, fissando e raggiungendo obiettivi chiari e liberando il potere della tecnologia.

Il centro della Strategia

Opportunità di crescita, rischi e costi, tecnologia e leadership

 

Questi sono i Takeaways di questo approfondimento.

 

→ Growth Opportunities

Devi rilevare i punti critici della tua idea di business sostenibile e su queste criticità sviluppare un modello di Business Operativo.  Il digitale può aiutare a promuovere miglioramenti significativi nelle prestazioni e creare nuove opportunità di crescita, ma può anche danneggiare la sostenibilità.

 

Domande chiave:

  • Come supportare nuove opportunità di investimento sulla sostenibilità?
  • In che modo devo cambiare modello di business per guidare i risultati?
  • Quali punti di flessione della sostenibilità guideranno le opportunità di crescita?

 

→ Risk And Cost

Devi valutare, monitorare e gestire i rischi interni ed esterni associati al business sostenibile. Gli investimenti sulla sostenibilità, sono guidati dalle opportunità, ma fanno anche parte della gestione dei rischi e dei costi. Le normative si stanno concentrando proprio sui rischi finanziari, legali e reputazionali.

 

Domande chiave:

  • Come posso gestire i costi e i rischi della sostenibilità?
  • Come garantisco l’accesso al capitale?
  • Quali strategie di monitoraggio dovremmo adottare?

 

→ Technology And Innovation

Devi monitorare, assegnare priorità, applicare nuove tecnologie e migliorare le tecnologie esistenti per consentire che arrivino risultati tangibili.

 

Raggiungere obiettivi e impegni aziendali sostenibili richiede innovazione, informazione e tecnologia digitale, come l’intelligenza artificiale (AI), blockchain e Internet of Things (IoT) ecc…

 

Domande chiave:

  • Quali tendenze tecnologiche dovrebbero essere sul nostro radar?
  • Come possiamo rendere l’IT più sostenibile?
  • Come possiamo applicare la tecnologia per migliorare la sostenibilità aziendale?

 

→ Leadership

Devi essere un leader della pianificazione strategica, della cultura, del talento e delle capacità aziendali.

 

La strategia di sostenibilità aziendale non può avanzare senza una leadership e una governance autentiche e mirate.

 

Domande chiave:

  • Qual è il nostro ruolo nella sostenibilità?
  • Come possiamo incorporare la sostenibilità nella pianificazione strategica?
  • Come possiamo costruire leadership,  cultura,  capacità e talento?
  • Come ci impegniamo con gli stakeholder sulla sostenibilità?

 

Le organizzazioni puntano sempre più sulla sostenibilità. Puoi utilizzare questo Remarks per valutare e rispondere per dare forma al tua Strategia competitiva 2022.

 

O almeno ricordati la differenza tra ESG, CSR e Sostenibilità.

Questo è Remarks. Il Touchpoint digitale di Catobi. Se ti fa piacere continuare a parlare di questi temi, ti basta iscriverti qui→

Carlo Tommaso Bisaccioni | Catobi

Il nutrimento della tua strategia di Business
Tutti i lunedì mattina alle 9.00
Nella tua Inbox. È gratis
Metodi e strumenti per abilitare l’innovazione nella tua azienda

    Accetto la privacy di Catobi